I tecnici Opel l’hanno messo ancora una volta sotto torchio al Centro Prove di Dudenhofen

E' come se avesse già percorso 160.000 km su strade reali particolarmente impegnative. Al Centro Prove di Dudenhofen, in Germania, hanno messo sotto torchio la Adam Rocks (le cui consegne iniziano a settembre) facendogli percorrere circa 40.000 km sull’anello ad alta velocità e sul circuito collinare. Sebbene erediti molto dalla Adam a cui siamo abituati, la crossover urbana ha i muscoli: è più distante dal suolo di 15 mm (per questo appare più larga e virile) ed ha alcuni elementi del telaio modificati o configurati in modo nuovo, come gli ammortizzatori, le molle, la geometria delle sospensioni anteriore e posteriore, lo sterzo ed il controllo elettronico della stabilità (ESC).

Per dimostrare l'efficacia di queste modifiche sono state effettuate diverse prove, una decisiva è stata quella sul circuito di endurance. E' il percorso più lungo e si distingue per le diverse superfici stradali, tra cui asfalto e lastricato, e per la presenza di cunette e numerose curve. I tecnici hanno verificato ad ogni tappa se le prestazioni e la qualità erano esattamente quelle progettate. Poi hanno esaminato tutti i fissaggi, imbullonati per la produzione di serie, smontando completamente l'auto per valutare ogni singolo elemento. Dopo quest'ispezione, è arrivato l'ok. Adam Rocks arriva a settembre, ma si può già ordinare.

Adam Rocks mostra i muscoli