E' in corso la riunione per decidere se fermare le auto Domenica 6 febbraio

I livelli di Pm10 si sono riavvicinati alla norma, ma a Torino si parla ancora di blocco del traffico. In queste ore è infatti in corso il tavolo anti-smog presieduto in Provincia dall'assessore all'Ambiente, Roberto Ronco, che deve decidere se fermare le auto Domenica 6 febbraio oppure no. Il Comune di Torino si è già schierato dalla parte dei contrari e sembra che a questo punto la soluzione sarà, come hanno riferito fonti presenti all'incontro ad OmniAuto.it, l'individuazione di due date per altrettanti blocchi del traffico tra il mese di febbraio e quello di marzo.

Si tratterebbe comunque di due giorni di blocco del traffico non vincolanti o decisivi, ma che in pratica potrebbero essere revocati se la qualità dell'aria nel frattempo migliorasse, e che andrebbero a collocarsi in un può ampio contesto. L'obiettivo dell'incontro in corso è infatti anche quello di chiedere la convocazione di un tavolo con la Regione Piemonte per mettere a punto interventi strutturali che evitino o comunque limitino i blocchi del traffico, considerati da molti come provvedimenti "inutili" se isolati. Per il no definitivo al blocco del traffico a Torino Domenica 6 febbraio occorre comunque aspettare ancora qualche ora. L'esito della riunione sarà comunicato nel tardo pomeriggio e a battersi per lo stop alle auto ci sono gli ambientalisti, convinti che il Comune del capoluogo piemontese non si sia impegnato abbastanza per ridurre il livello di polveri sottili nell'aria.