Protagoniste Renault Zoe e Toyota Prius Plug-in

Gli spostamenti in taxi diventano più ecologici. A gennaio la Cooperativa "357" di Roma inizierà a sperimentare una nuova forma di eco mobilità, che rientra nel programma 23 di "Via col Verde", impiegando in flotta 5 vetture tra Renault Zoe e Toyota Prius Plug-in a cui si affiancherà una gestione appropriata dei percorsi ed una migliore cultura della sostenibilità. Verranno installate delle stazioni di ricarica presso gli aeroporti, le stazioni ferroviarie, i parcheggi di scambio e tutti quei siti urbani ad alto tasso di traffico e sosta taxi, composte da impianti fotovoltaici e dossi rallenta auto cinetici, capaci di accumulare l'energia elettrica prodotta dal traffico cittadino.

Alla sperimentazione partecipa infatti anche Underground Power, che detiene il brevetto italiano e costruisce i dossi frenanti che producono ed immagazzinano energia. L'assistenza e la gestione della mobilità dei taxi in sperimentazione sarà invece garantita da Telecom Italia con il Cloud di "Nuvola Italiana". Completano la sperimentazione i corsi di eco mobilità dell'Università LUISS, che già da due anni propone il MEM (Master in Eco-mobility Management) e al quale i tassisti interessati e i loro figli potranno accedere a condizioni speciali.

50 taxi della Cooperativa "3570" di Roma diventano ecologici