La decisione è stata presa grazie all'accordo con la Boeing

Le elettriche bavaresi sempre più vicine alla produzione in serie, ovvero la i3 e la i8, avranno scomparti per i passeggeri in fibra di carbonio. Questo dettaglio è frutto dell'accordo siglato dal gruppo BMW con la Boeing, che ha realizzato al 50% in fibra di carbonio il 787 Dreamliner. "Questo accordo di collaborazione è un traguardo veramente importante verso lo sviluppo dell'utilizzo e del riciclaggio dei materiali in fibra di carbonio", ha detto Larry Schneider, Commercial Airplanes vice president of Product Development, che ha rappresentato Boeing per la stipula a Seattle.

"In particolar modo è importante che pianifichiamo la fine di vita dei prodotti realizzati in fibra di carbonio. Vogliamo trovare i modi per riciclare questi prodotti e riutilizzarli per farne dei nuovi. Il nostro lavoro insieme a BMW ci aiuterà a raggiungere questo obiettivo. Boeing è per noi il partner adatto per collaborare nel campo della fibra di carbonio", ha detto Herbert Diess, BMW AG for Development Board Member. "Boeing ha molti anni di vasta esperienza nel campo dell'aviazione, mentre BMW ha guadagnato un significativo vantaggio competitivo attraverso il suo utilizzo di speciali metodi di fabbricazione per le produzioni in serie di parti in fibra di carbonio. Attraverso questa collaborazione, potremo unire i know-how delle nostre industrie nel campo della realizzazione di soluzioni sostenibili".

BMW i3 Concept Coupé

Foto di: Fabio Gemelli