Sull’arco in acciaio alto 26 metri svettano due Frecce d’argento

Se c’è una certezza nel mondo dell’automobile è che non può esistere un Goodwood Festival of Speed senza un’enorme scultura di Gerry Judah. L’edizione 2014 del più famoso evento all’aperto dedicato alle automobili storiche e moderne è infatti impreziosita dall’ennesima installazione artistico-monumentale dell’artista e designer britannico che dal 1997 collabora con l’ideatore e ospite della manifestazione, Lord March. A celebrare i 120 anni di storia sportiva Mercedes-Benz, vincitrice della sua prima gara nel 1894, ci pensa un arco d'acciaio alto 26 metri, lungo 90 metri e pesante 160 tonnellate che sostiene due delle vetture più importanti nella storia sportiva del marchio tedesco.


Separate da 80 anni di distanza e da due fasce metalliche che ne delineano in maniera ideale la traiettoria da corsa ci sono sospese da terra una replica della Mercedes-Benz W 25 Silver Arrow vincitrice al Nürburgring del 1934 con Manfred von Brauchitsch e la Mercedes AMG Petronas F1 W04 portata in gara nel 2013 da Lewis Hamilton. Michael Bock, responsabile di Mercedes-Benz Classic che da anni supporta questo famoso festival della velocità si è detto entusiasta dell’opera di Judah che “celebra in maniera vivace le più belle, entusiasmanti e carismatiche macchine da corsa mai create”. Per l’inaugurazione notturna della scultura si sono raccolte sotto il grande arco una Mercedes SSK Grand Prix del 1928, la poderosa W 196 R del 1955, una Sauber-Mercedes C9 del 1989 e una SLS AMG Black Series.

Goodwood dedica una scultura ai 120 anni di corse Mercedes

Foto di: Fabio Gemelli