La Casa di Hamamatsu propone tre citycar per il futuro

Suzuki è presente al Salone di Tokyo (3-11 dicemre) con tre concept che anticipano le future citycar della Casa di Hamamatsu. Il costruttore nipponico ha coniato il nuovo slogan "Small cars for a big future" - ovvero "Piccole auto per un grande futuro" - per presentare le vetture Regina, Q-Concept e Swift EV Hybrid che rappresentano la sintesi secondo Suzuki di efficienza, innovazione, prestazioni e stile.

SUZUKI REGINA, CITYCAR DEL FUTURO IMMINENTE

La Suzuki Regina anticipa la futura citycar della Casa giapponese, le cui caratteristiche principali sono i bassi consumi e le emissioni contenute. Infatti, la Regina percorre 32 km con un litro di carburante ed emette meno di 70 g/km di CO2. Questi risultati sono stati ottenuti mediante il miglioramento dell'aerodinamica rispetto alle attuali citycar Suzuki, nonché attraverso la riduzione della massa fino a 730 kg.

SUZUKI Q-CONCEPT, TRA AUTO E MOTO

La Suzuki Q-Concept, invece, è la concept car che anticipa la microcar del futuro, via di mezzo tra auto e moto. Infatti, l'abitacolo a 2 posti è configurato secondo lo schema tandem, ma ha 4 ruote ed è lunga 2,5 metri. Tuttavia, l'elemento più importante è proprio la versatilità dell'abitacolo, perché il sedile della zona posteriore può essere sostituito da due seggiolini per il trasporto di bambini o dal piano di carico per il trasporto di oggetti.

SUZUKI SWIFT EV HYBRID, ELETTRICA ECONOMICA

Infine, la Suzuki Swift EV Hybrid è la versione E-REV della conosciuta utilitaria di Hamamatsu. La vettura è equipaggiata con un motore elettrico che consente di percorrere 20/30 km in modalità zero emissioni, abbinato ad un propulsore a benzina che funge anche da generatore che ricarica le batterie. Suzuki sottolinea che la Swift EV Hybrid è la proposta più conveniente rispetto alle classiche auto elettriche, la cui autonomia dipende solo dalle costose batterie di alimentazione.

Suzuki Regina, Q-Concept e Swift EV Hybrid al Salone di Tokyo