La SUV media aggiorna l’immagine in chiave Touareg. In vendita da agosto

Tempo di aggiornamenti per Volkswagen Tiguan, che allo scorso Salone di Ginevra si è presentato con un deciso restyling in chiave Touareg. Dalla sorella maggiore, la Volkswagen Tiguan restyling eredita il design del frontale, con calandra sottile, quattro listelli cromati e gruppi ottici squadrati che completano il nuovo look di Casa Volkswagen, simile a quello della Golf e della Polo, per intenderci. Dopo l'arrivo sul mercato tedesco, programmato per il mese di giugno, il rinnovato Tiguan si propone agli italiani in agosto.

RESTA LA VERSIONE OFFROAD

Anche le luci LED posteriori contribuiscono al rinnovamento dell'immagine di Volkswagen Tiguan, che come la precedente viene offerta in due varianti di carrozzeria. La prima è pensata soprattutto per i percorsi urbani, autostradali e meno accidentati, dotata com'è di angoli d'attacco anteriori e posteriori di 18 gradi. La seconda è invece destinata ad affrontare meglio il fuoristrada con il SUV medio di Wolfsburg, visto che gli angoli d'attacco sono maggiorati a 28 gradi. Entrambe sono disponibili in vari livelli di allestimento che trovano il massimo degli equipaggiamenti nelle versioni "Sport & Style" e "Track & Style". La presenza degli organi di trasmissione non influisce sulla capacità del bagagliaio, che oscilla tra i 470 e i 1.510 litri, a seconda della configurazione dei sedili.

NUOVI AUSILI ALLA GUIDA

La dotazione di sicurezza della Volkswagen Tiguan restyling include il controllo elettronico di stabilità ESP e sei airbag di serie, mentre al confort e all'estetica pensano il climatizzatore e i cerchi di lega, anch'essi compresi nel prezzo d'acquisto. Le dotazioni si segnalano, inoltre, per tutta una serie di nuovi ausili alla guida, come il rilevatore di stanchezza al volante, il Light Assist che tramite telecamera regola al meglio il fascio luminoso dei fari e il Lane Assist per l'allerta di cambio corsia involontario che fa parte degli optional. Inedito è anche il differenziale a bloccaggio elettronico XDS. Come il modello precedente anche la Tiguan restyling è offerta sia con trazione anteriore che con il sistema 4MOTION a quattro ruote motrici.

LE MOTORIZZAZIONI

I motori disponibili sul mercato europeo sono 7, tutti a quattro cilindri con iniezione diretta di carburante e BlueMotion Technology che include il sistema Stop/Start che contribuisce a ridurre i consumi fino a 0,7 l/100 km. Le motorizzazioni a benzina TSI sono 4, con potenze comprese fra 122 e 210 CV, mentre i 3 diesel TDI spaziano dai 110 ai 170 CV, passando per l'immancabile variante da 140 CV. Immancabile sul ristilizzato Tiguan è anche il cambio automatico a doppia frizione DSG, disponibile in versione 7 marce su alcune versioni. Per l'allestimento BlueMotion, orientatato alla massima efficienza, il Costruttore dichiara un consumo nel ciclo combinato pari a 5,3 l/100 km, grazie all'abbinamento tra il diesel 2.0 TDI e il sistema di riavviamento automatico Start&Stop.

COMMERCIALIZZAZIONE E PREZZI

La Volkswagen Tiguan restyling arriva in Italia in estate con un listino che parte da 22.900 euro per le motorizzazioni a benzina (22.900 euro è il prezzo chiavi in mano della 1.4 TSI Trend & Fun BlueMotion Technology) e da 25.850 euro per quelle Diesel (2.0 TDI 110 CV Plus BlueMotion Technology).

Volkswagen Tiguan, restyling in arrivo

Foto di: Giuliano Daniele