Così le auto dell'Ovale Blu aggrediscono il mercato russo

La Sollers, la ex Severstal Auto che commercializza in Russia le auto Fiat, Ssangyong, Isuzu e UAZ, cambia partner: niente più Fiat, ma un joint venture paritetica in Russia con Ford. L'annuncio è arrivato in queste ore, subito dopo che il comunicato stampa del Lingotto annunciava l'interruzione delle trattative tra il Gruppo Fiat e la Sollers. La nuova compagnia si chiamerà Ford Sollers e produrrà e distribuirà le vetture Ford nel mercato che, secondo le ultime stime, è destinato a diventare il sesto più importante al mondo entro il 2020.

Per produrre le Ford da vendere in Russia, la Sollers si affiderà agli impianti locali di San Pietroburgo e della Repubblica del Tatarstan, dove entro la fine dell'anno verranno prodotti anche i veicoli commerciali leggeri. La Lettera d'intenti firmata dal Gruppo Fiat a febbraio del 2010 per la creazione di una joint venture con la Sollers per la produzione di autovetture e SUV rimane quindi "lettera morta". Il Gruppo torinese ha comunque comunicato che proseguirà ad investire in Russia seguendo una strategia indipendente.