Con 550 CV e 300 km/h, apre le celebrazioni dei 50 anni della E-Type

Jaguar onora il Salone di Ginevra 2011 (3-13 marzo) e il 50esimo anniversario della E-Type con la XKR-S, versione estrema che rinnova l'eredità ideale con la sportiva che rese famoso il marchio inglese negli anni '60, tanto che un esemplare è esposto al Moma di New York. Piatto forte della XKR-S è il motore V8 5 litri ad iniezione diretta sovralimentato con compressore volumetrico che per l'occasione eroga 550 CV e 680 Nm di coppia dando alla coupé britannica prestazioni formidabili: 300 km/h e uno 0-100 km/h in soli 4,4 secondi, anche se le emissioni di CO2 rimangono al di sotto dei 300 g/km. Numeri ottenuti anche grazie alla scocca in alluminio e che ne fanno la Jaguar stradale più veloce della storia, accompagnati da una messa a punto altrettanto particolare che ha riguardato tutta la vettura.

Prima di tutto l'aerodinamica, con un labbro inferiore più pronunciato anteriormente e posteriormente con un alettone sul cofano e uno scivolo estrattore. La presenza di questi elementi è sottolineata dalla colorazione nera opaca che è la stessa dei cerchi ruota e degli sfoghi laterali dietro i passaruota. Adeguate anche le sospensioni e la taratura del sistema Adaptive Dynamics. Probabile anche la rivisitazione della logica del cambio automatico-sequenziale ZF a 6 rapporti, ma ulteriori dettagli sulla XKR-S saranno forniti il primo marzo quando sarà svelata dentro i padiglioni del Salone e, contemporaneamente, al Parc des Eaux Vives in Ginevra, proprio dove 50 anni prima Sir William Lyons, il fondatore del marchio, mostrò il primo esemplare della E-Type. Ma le celebrazioni non si fermeranno qui, è infatti prevista una serie di eventi dedicati per rinnovare quel fascino e quell'aura che ancora oggi circonda le auto del Giaguaro.

Jaguar XKR-S

Foto di: Nicola Desiderio