Piero Ferrari, come il padre, sceglie la 2+2

Ad Enzo Ferrari la nuova FF "sarebbe piaciuta tantissimo". A dirlo è stato il figlio Piero Lardi Ferrari nel corso della serata di presentazione dell'inedita sportiva modenese a 4 posti e 4 ruote motrici. Il vice-presidente della Casa di Maranello ha ricordato quanto fosse forte per il padre la passione per le corse e per le sue vetture più estreme, ma che quando si trattava di utilizzarle quotidianamente preferisse la comodità delle 2+2.

Le supercar stradali direttamente derivate dalle competizioni erano lo strumento migliore per concretizzare e "monetizzare" i successi sportivi ottenuti sui circuiti di tutto il mondo, ma poi la clientela richiedeva anche comodità, stile e finiture artigianali. Non è un caso che lo stesso Enzo utilizzasse abitualmente le Ferrari 2+2, come le splendide 250 GTE, 400 Superamerica e 330 GT 2+2. Il fondatore della Casa del Cavallino era infatti solito spostarsi a bordo delle più confortevoli GT in grado di ospitare due passeggeri posteriori, sia guidando che affidandosi all'autista.

Seguendo questa tradizione di famiglia Piero Lardi Ferrari è il primo cliente della nuova FF, la sportiva shooting-brake che oltre ai 660 CV di potenza massima vanta spazio per quattro adulti e un bagagliaio che arriva fino a 800 litri di capienza. Al figlio del Drake non resta che scegliere fra i 6 colori disponibili e godersi questo piccolo diritto di prelazione sulle centinaia di clienti ed appassionati che potranno ammirare dal vero la FF al Salone di Ginevra (3-13 marzo 2011).

La Ferrari 458 Italia Spider a Francoforte

Foto di: Daniele Pizzo