La station wagon tedesca si alza da terra per studiare da Tiguan

Per la prima volta nella sua storia la Volkswagen Passat assume le vesti di crossover con aspirazioni da fuoristrada leggero e lo fa con la Passat Alltrack. L'inedita Volkswagen Passat Alltrack è infatti pensata come anello di congiunzione fra la rinnovata station wagon di Wolfsburg e il SUV Tiguan, progettata per venire incontro alle esigenze di chi cerca una vettura familiare con cui affrontare strade scivolose, sterrati o piccoli tratti in fuoristrada. Per dare alla Passat Alltrack il carattere da "tuttoterreni" che le spetta i tecnici tedeschi sono intervenuti sulla Passat Variant aumentando l'altezza e la luce da terra, modificando paraurti e passaruota in stile offroad e ottenendo angoli d'attacco e d'uscita vicini a quelli di un SUV.

L'idea non è nuova e segue quanto già proposto dal gruppo tedesco con l'Audi A4 allroad quattro. I motori proposti sulla Passat Alltrack sono i due benzina TSI da 160 e 210 CV e i due turbodiesel TDI da 140 e 170 CV, con i due propulsori più potenti abbinati a trazione integrale 4Motion e cambio DSG. Le quattro ruote motrici sono invece opzionali sulla TDI 140 CV. Per le due versioni a gasolio si segnalano consumi pari a 5,7 e 5,8 l/100 km. Il debutto ufficiale della Volkswagen Passat Alltrack è fissato per il Salone di Tokyo (3-11 dicembre 2011), mentre il lancio commerciale partirà all'inizio del 2012. La Alltrack verrà venduta anche in Italia, ma per conoscere tempi, motorizzazioni e versioni occorrerà attendere fino al Motor Show di Bologna (3-11 dicembre 2011), dove farà il suo debutto europeo.

Volkswagen Passat Alltrack