Daimler rinuncia al suo marchio extra lusso e punta tutto sulla nuova Mercedes Classe S

Maybach chiude. Ad annunciarlo ufficialmente è il numero uno di Daimler, Dieter Zetsche, nel corso di intervista pubblicata sul Frankfurter Allgemeine di oggi. Nella strategia "Mercedes-Benz 2020" non c'è più spazio infatti per questo storico marchio tedesco, nato nel 1909 per la produzione di dirigibili Zeppelin e rilanciato nel 2002, senza mai riuscire a sfondare nell'olimpo delle auto extra lusso. Quello, per intenderci, dominato da Rolls-Royce e Bentley.

La produzione delle Maybach si interromperà dunque nel corso del 2013, in concomitanza con il lancio della nuova generazione della Mercedes Classe S. Perché è sull'ammiraglia tedesca per antonomasia che la Casa di Stoccarda concentrerà tutti gli investimenti del segmento top-luxury prevedendo addirittura un raddoppio delle versioni disponibili, dalle attuali tre a sei. Un ampliamento dell'offerta dettato dalla volontà di rispondere alle esigenze degli attuali clienti Maybach.

Sulle pagine del quotidiano tedesco Zetsche ha dato anche i numeri sui risultati commerciali dal 2002 ad oggi: 3.000 sono le Maybach immatricolate in tutto il mondo per una quota di mercato del 25% nel segmento.La produzione futura è invece già stata ordinata fino alla metà del 2012. Chissà se faranno qualche sconto sul prezzo di listino che parte da 417 mila euro...

Maybach Edition 125!