Una "british" all'italiana ibrida da 570 CV

"B" come Bertone e "99" come gli anni della Carrozzeria torinese. E' la sigla della Jaguar B99, la concept car che Bertone ha presentato al Salone di Ginevra (3-13 marzo) e sesto modello Jaguar realizzato da Bertone dopo la XK 150 (1957) prodotta in una serie limitata di quattro esemplari e le concept car Jaguar FT (1966), Jaguar Pirana (1967) e Jaguar Ascot (1977).

GIAGUARO ITALIANO

La Jaguar B99 è una berlina compatta lunga 4,5 m, alta 1,35 m e larga 1,95 metri con un passo di 2,8 metri. Le porte sono quattro, quelle posteriori ad apertura controvento. La "Jag" made in Italy è una tre volumi che ricorda la longeva XJ. La carrozzeria in alluminio battuta a mano della B 99 è stata ideata dal Direttore del Design Bertone Mike Robinson però con un'abitacolo più arretrato sui larghi fianchi posteriori per un effetto da Gran Turismo, tanto che a Torino hanno adottato anche uno spolier posteriore retrattile. Le due portiere ad armadio rivelano poi un ambiente esclusivo, con rivestimenti realizzati a mano in due tonalità di pellelavorata a grani grossi, rifiniture in alluminio spazzolato e in legno laccato lucido.

BRITISH HYBRID

Per Jaguar B99, Bertone Energia (la nuova divisione Bertone dedicata allo studio dei sistemi di propulsione a basso impatto ambientale) ha studiato sistema di propulsione ibrida composto da un motore termico a gas sovralimentato da 1,4 litri e 170 CV che aziona un generatore elettrico che va ad alimentare un pacco di batterie agli ioni di litio collegate a due motori elettrici da 204 CV ciascuno, per una potenza complessiva di oltre 570 CV. All'atto pratico, questo sistema permette a Jaguar B 99 un'autonomia teorica su percorso misto di circa 700 km in modalità di funzionamento ibrida con valori bassissimi per ciò che riguarda le emissioni, valutate in circa 30 g CO2/km. In modalità di funzionamento solo elettrica, il sistema permetterebbe una percorrenza di 100 km ad emissioni zero.

ANCHE IN PISTA

La B99 a Ginevra è presente anche in una curiosa versione GT, per l'appunto la Jaguar B99 GT. Caratterizzata da una sgargiante livrea, da grandi spoiler anteriori e posteriori e le minigonne laterali la B 99 GT è più larga (2,5 metri) e più bassa - 5 cm) e dotata di roll bar e cerchi da 20" montano pneumatici Pirelli PZero da competizione (305/55/18). La Jaguar B99 GT adotta la stessa tecnologia ibrida della berlina, ma i motori elettrici sono quattro, per un totale (ipotetico) di 980 CV.

Bertone Jaguar B99

Foto di: Daniele Pizzo