Il Prof. Orecchini ci spiega le novità più interessanti in materia di mobilità sostenibile

Anche il Salone di Ginevra (3-13 marzo 2011) si caratterizza per l'importante presenza di prototipi e di novità di serie che percorreranno le nostre strade nel prossimo futuro. Fra concept futuribili e auto di tutti i giorni c'è spazio, infatti, per alcune interessanti proposte sul versante della mobilità sostenibile, che passando attraverso l'elettrificazione arriva all'auto ibrida o all'elettrica.

FUTURO DIESEL PER LE IBRIDE

Il punto sulle ultime evoluzioni tecniche delle vetture esposte a Ginevra lo ha fatto Fabio Orecchini, Professore presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma "La Sapienza" e coordinatore di H2Roma. Ai microfoni di OmniAuto.it il docente di "Sistemi Energetici" ha riassunto le novità più "sostenibili" viste al Palexpo, quelle ibride ed elettriche che al momento rappresentano lo stato dell'arte. La tendenza più evidente è quella delle ibride con motore diesel/elettrico, portata avanti a livello produttivo da Peugeot 3008 HYbrid4, ma che coinvolgerà a breve un sempre maggior numero di Costruttori.

LA RENAULT TWIZY E' LA SCOMMESSA

Altrettanto promettenti sono le ibride diesel plug-in, ricaricabili cioè anche attraverso una presa di corrente. La Volvo V60 ibrida plug-in è pronta per la commercializzazione nel 2012, mentre la Land Rover Range_e si annuncia per il 2013. La trazione puramente elettrica è invece alla base della piccola biposto Renault Twizy, che Orecchini definisce "la scommessa del Salone", e della smart forspeed, progettata già per l'alimentazione a batterie.

Volvo V60 ibrida plug-in

Foto di: Eleonora Lilli