Dall'estate la storica firma USA si dedicherà solo alle parti speciali

L'americana Saleen, di recente acquisita dalla Revstone Global Performance Vehicles, cesserà la produzione di automobili entro l'estate per dedicarsi esclusivamente alla componentistica aftermarket. Lo ha annunciato la stessa Casa americana, specialista insieme a Shelby e Roush soprattutto nella produzione di versioni speciali della Ford Mustang.

L'ultima vettura prodotta nello stabilimento di Troy, nel Michigan, dalla Saleen Performance Vehicles, il cui massimo esempio rimane la supercar Saleen S7, sarà la Saleen S302. Sarà l'ultima Mustang "hi performance" del costruttore americano che dopo l'estate potenzierà la divisione componentistica Saleen Speedlab.

La Saleen è stata fondata da Steve Saleen nel 1983. Nel 2007 l'ex pilota era uscito dalla compagine societaria per formare due anni dopo la SMS Supercars, nuova firma dedita alla realizzazione di parti speciali e all'elaborazione soprattutto di vetture americane. In catalogo attualmente ci sono versioni SMS di Dodge Challenger, Ford Mustang e Chevrolet Camaro.

Saleen S302

Foto di: Fabio Gemelli