Tanti test drive con le auto elettriche del padiglione "green"

Fra motori rombanti nell'area esterna e musiche più o meno assordanti negli stand dei vari costruttori c'è un angolo del Motor Show di Bologna un po' più silenzioso, dove si ode solo il brusio del numeroso pubblico, un po' di stridio di gomme e di tanto in tanto un sibilo ancora inusuale, ma che negli anni a venire ci sarà probabilmente sempre più familiare. Sono le auto elettriche di Electric City, l'area del padiglione 30 in cui si "sperimenta" la mobilità sostenibile e che è ormai diventato un appuntamento tradizionale del Motor Show.

I TEST DRIVE

Sulla pista indoor si possono provare tanti nuovi modelli accomunati dalle "emissioni zero", come la Renault Fluence Z.E. (la Twizy si può provare nell'area esterna), la Mitsubishi i-MiEV, la smart fortwo ED, la Micro-Vett e500, le Volvo V60 Plug-In Hybrid e C30 Full Electric, la DeLorean elettrica della Fondazione eCars Now!, e la Think City equipaggiata con batterie al sodio cloruro di nickel FIAMM SoNick.

A SCUOLA DI EMISSIONI ZERO

Tanti inoltre gli stand che presentano gli ultimi sviluppi in tema di mobilità sostenibile, come un innovativo sistema di accumulo elettrico che abbina una normale batteria al piombo integrata da un piccolo banco di supercondensatori ideato dall'ENEA, le strade "elettrificate" ch epermettono di ricaricare l'auto elettrica durante la marcia (un po' come le piste Polistil di un tempo...) del progetto "Grande Melo", che prenderà il via il prossimo 1 gennaio sotto la drezione dell'Agenzia di ricerca per la mobilità elettrica per il sistema Italia (Armesi), e il funzionamento delle colonnine di ricarica Hera ed Enel, che sponsorizza l'area Electric City. Se andrete al Motor Show vi consigliamo di dare un'occhiata...

Electric City, al Motor Show c'è una città... pulita

Foto di: Daniele Pizzo