Il concept nato in Brasile è arrivato in Italia per l'anniversario dei 150 anni

Dal Brasile all'Italia. La concept car Fiat Mio è volata da San Paolo a Torino per essere esposta alle Officine Grandi Riparazioni dove è in corso una mostra per l'anniversario dei 150 anni dall'Unità nazionale. Nata in Sudamerica e presentata al Salone internazionale di San Paolo alla fine del 2010, la Fiat Mio - il cui nome ufficiale è Fiat FCC III - è un prototipo sviluppato dalla filiale brasiliana del Lingotto sulla base di oltre 10.000 suggerimenti inviati da 17.000 utenti iscritti ad un'apposita pagina web. Trattandosi quindi di un'idea originale, la "brasiliana" ha trovato un posto d'onore alle Officine Grandi Riparazioni di Torino, una delle più interessanti testimonianze del passato industriale della città, dove è in mostra la storia d'Italia.

Nel percorso espositivo non c'è infatti solo il passato, ma anche un assaggio di futuro. E questo prototipo è la più recente espressione del nuovo corso di stile Fiat. L'idea è quella di un'auto che nasce dal basso, cioè dalle richieste di chi la deve utilizzare. E' altamente tecnologica e le sue dimensioni ridotte la rendono ideale per gli spostamenti in città (è lunga2,5 metri, larga 1,5 e alta 1,5). "L'auto del futuro non sarà solo elettrica, intelligente, connessa all'infrastruttura e con forme sempre più ergonomiche - si legge nella nota che descive la Fiat Mio alle Officine Grandi Riparazioni di Torino -: sarà fatta con il contributo di idee e creatività di quelli che poi vorranno acquistarla, attivati grazie a Internet". Tuttavia, allo stato attuale i piani di sviluppo Fiat prevedono che la 500 elettrica resterà negli USA. Per l'Europa solo modelli ibridi.

Fiat Mio alle Officine Grandi Riparazioni di Torino




Il concept nato in Brasile è arrivato in Italia per l'anniversario dei 150 anni.

Fiat Mio alle Officine Grandi Riparazioni di Torino

Foto di: Eleonora Lilli