Il tuner tedesco si è spento a 53 anni per un cancro ai polmoni

Dopo un lungo periodo di malattia, lo scorso weekend Richard Hamann è morto, all'età di 53 anni. Un tumore ai polmoni ha stroncato uno dei protagonisti del mondo del tuning, che dopo vent'anni di carriera nelle competizioni fondò, nel 1986, l'omonima factory, specializzata nell'elaborazione delle automobili BMW.

Nella sua esperienza di pilota, Richard Hamann ha partecipato a più di 700 gare, vincendone 103 e finendo per 300 volte nelle prime tre posizioni. Con la BMW M1 vinse per tre volte lo Special Touring Car Trophy, partecipando inoltre ai campionati di Formula 3, DTM e Gruppo C. Oltre alle BMW, le vetture dotate di un kit della Hamann provengono dai vari segmenti di mercato, spaziando dalla Fiat 500 Abarth alla Lamborghini Gallardo, passando da fuoriserie come la Rolls-Royce Phantom e la SLS AMG o da SUV come la Porsche Cayenne.

Il travaso di esperienza nel mondo delle competizioni ha da sempre contraddistinto le elaborazioni delle vetture Hamann e l'attività dell'azienda continuerà, nonostante la scomparsa del suo fondatore. E' quello che fanno sapere da Laupheim, in Germania, nel rispetto delle volontà del compianto Richard.

Lamborghini Gallardo LP560-4 Hamann Victory II

Foto di: Giuliano Daniele