A Bologna le off road italo-americane si districano fra ostacoli impegnativi

Il sottile strato d'asfalto è frantumato e l'acciaio delle rampe fa lo slalom fra gli ostacoli in cemento che emergono dal piazzale adibito ad area Test Drive. No, non sono le Jeep Compass, Wrangler e Grand Cherokee portate al Motor Show ad aver sconquassato il terreno: giocano piuttosto il ruolo di protagoniste della scenografia realizzata nell'isola esterna 43.

Quando il gioco si fa duro, le auto con la calandra a 7 feritoie non si tirano indietro. E se i veicoli non si spaventano, le pendenze e i "twist" presenti al Motor Show permettono ai visitatori di mettersi alla prova, sperimentando la marcia su forti inclinazioni. Guardandovi attorno, infine, le strutture esterne dei padiglioni del Motor Show potranno indurvi a pensare di essere Oltreoceano, nella periferia di qualche metropoli. Poco male, perché lo skyline raffigurato nel fondale dietro di voi farà di tutto per non farvi tornare nella realtà.

Il Motor Show mette alla prova le Jeep

Foto di: Giuliano Daniele