Lascia la carica il traghettatore della transizione GM-Spyker

Nel giorno della presentazione dei risultati del 2010 di Saab, il Presidente e CEO Jan Ake Jonsson ha annunciato le dimissioni dalla carica che ha ricoperto negli ultimi sei anni. In attesa che venga designato un sostituto alla testa della Casa svedese andrà temporaneamente Victor Muller, già a capo della controllante Spyker Cars N.V. che ha acquisito la Casa di Trolhattan da GM nel febbraio 2010.

"Sono stato in Saab Automobile - ha detto Jonsson - per quasi tutti i miei 40 anni di carriera, dei quali sei come Presidente. Gli ultimi tre anni sono stati davvero impegnativi e mi hanno costretto a concentrarmi solo sul lavoro, adesso è tempo di dedicarmi ad altre cose". Sempre oggi Saab ha annunciato di aver ufficializzato l'espansione in Russia e Cina, dove sarà rispettivamente rappresentata dagli importatori Armand Import e China Automobile Trading Co. LTD. Quest'ultima ha già in carico la distribuzione delle vetture Spyker e rileverà le attività della Shanghai GM avviando le vendite a settembre. In Russia le Saab verranno commercializzate dall'estate. L'obiettivo è quello di vendere 80.000 vetture quest'anno (nel 2010 il volume è stato di 31.69 unità) e 120.000 a livello globale nel 2012, anno nel quale la Casa di Trolhattan dovrebbe tornare in profitto.

Sia in Cina che Russia saranno lanciate le nuove 9-4X, 9-5 e la 9-5 Wagon presentata al Salone di Ginevra. Ad ottobre del 2012 arriverà invece la nuova 9-3 con motori BMW, ma già si lavora alla nuova piattaforma "Phoenix" come l'omonima concept car ibrida disegnata da Jason Castriota.

Saab: la nuova 9-3 nel 2013

Foto di: Daniele Pizzo