Le vendite europee crollate del 67% nel 2014 potrebbero portare ad una cancellazione della E-REV tedesca

L’Opel Ampera non vende quanto previsto e GM sta valutando l’idea di fermarne la produzione. La notizia inattesa e ancora non confermata ufficialmente arriva da Automotive News Europe che riporta le dichiarazioni di due persone “vicine ai piani aziendali Opel”. Mentre la gemella Chevrolet Volt continua a riscuotere un buon successo negli Stati Uniti con circa 23.000 consegne nel 2013, l’Ampera ha infatti ridotto del 40% il suo livello di vendite in Europa nello stesso anno, a quota 3.184 vetture. La Casa tedesca per il momento non commenta, né conferma le voci di una possibile cancellazione dell’Ampera, ma resta il fatto che qualche decisione in merito alla sua sorte dovranno comunque essere prese.


Nei primi cinque mesi del 2014 l’elettrica ad autonomia estesa tedesca ha perso addirittura il 67% delle immatricolazioni europee, arrivando a sole 332 auto consegnate. Anche il mercato tedesco sembra snobbare l’Opel Ampera, che con soli 46 esemplari venduti trova quasi la metà di acquirenti rispetto ad una prestigiosa supercar come la Ferrari F12berlinetta (83 pezzi venduti). La situazione non è certo migliore in Italia, dove l’Ampera è scesa dalle 18 vetture consegnate nel 2013 alle sole 3 del primo semestre 2014; per la cronaca l’anno d’oro dell’Ampera nel nostro Paese è stato il 2012, quando sono state vendute 91 auto dopo la partenza con 2 auto nel 2011.

Opel Ampera, la berlina del futuro presente

Foto di: Alessandro Lago