Il "gran finale" della Golf VI si chiama Volkswagen Golf R Cabriolet che la Casa di Wolfsburg ha realizzato partendo dalla piattaforma della cabriolet di sesta generazione proponendo un abbinamento sinora inedito con la potente motorizzazione della Golf R. Il risultato è la Golf cabrio più potente e veloce sinora mai prodotta, una sorta di "special" di serie che intrigherà fanatici della Golf e collezionisti soprattutto, visto il prezzo superiore ai 40.000 euro.

TUTTO COMPRESO

Impossibile non riconoscere che sia una Golf davvero "speciale": fanno parte dell'allestimento "R" il paraurti anteriore più basso e largo dal disegno specifico, i fari bi-xeno, le pinze dell'impianto frenante maggiorato verniciate in nero con logo della gamma ad alte prestazioni, cerchi da 18" o 19" di colore nero o Silver, bandelle sottoporta, gruppi ottici posteriori oscurati, diffusore e doppio terminale di scarico cromato. Gli interni vengono offerti di serie con selleria e rivestimenti in pelle, la pedaliera è realizzata in alluminio come gli inserti su plancia e pannelli delle portiere. L'equipaggiamento è full optional e comprende la radio digitale RCD 310 DAB.

A TRAZIONE ANTERIORE

La Volkswagen Golf R Cabriolet monta naturalmente il medesimo propulsore della Golf R berlina, un 4 cilindri turbo da 265 CV proposto esclusivamente in abbinamento al cambio DSG a doppia frizione a 6 rapporti. A differenza della Golf R, però, la trazione non è integrale, ma è stata adottata la più semplice soluzione della trazione anteriore a cui viene in aiuto l'assetto è ribassato di 2,5 cm rispetto alle Golf cabriolet standard. Da riferimento lo sprint, appena 6,4 secondi per raggiungere i 100 km/h da fermo, mentre la velocità di punta è limitata elettronicamente a 250 km/h.

Volkswagen Golf R Cabriolet

Foto di: Daniele Pizzo