Cambia ancora la norma sul superbollo contenuta nel provvedimento "salva Italia" del Governo Monti. A dover pagare i 20 euro per ogni kW superiore i 185, cioè il superbollo per intero, saranno le vetture fino a cinque anni di età, mentre per quelle più anziane è stato messo a punto un meccanismo che tiene conto dell'età della vettura. Saranno del tutto esentate invece le auto con più di 20 anni.

DOPO 5, 10 E 15 ANNI SI PAGA MENO

In questo modo una vettura di età fra 5 e 10 anni pagherà il 60% dei 20 euro/kW previsti per le auto nuove, cioè 12 euro/kW; una vettura immatricolata da più di 10 anni pagherà il 30% in meno, ovvero 6 euro/kW; una vettura immatricolata da più di 15 anni pagherà il 15% del superbollo intero, cioè 3 euro/kW. Questo il testo dell'emendamento: "L'addizionale di cui al comma 1 è ridotta dopo cinque, dieci e quindici anni dalla data di costruzione del veicolo, rispettivamente, al 60, al 30 e al 15 per cento e non è più dovuta decorsi venti anni dalla data di costruzione".

SALVI COLLEZIONISTI E APPASSIONATI

Possono dunque tirare un sospiro di sollievo quegli appassionati di vetture sportive del passato, potenti ma non necessariamente di valore elevato, che avrebbero dovuto pagare annualmente un superbollo se non superiore, quanto meno molto vicino al valore della vettura, spesso inferiore al prezzo di listino di una utilitaria.