Dal 5 all'8 maggio appuntamento con le stelle del Mondiale

Il WRC torna in Italia con l'ottava edizione del Rally d'Italia Sardegna, che dal 5 all'8 maggio verrà ospitato in due province, quella di Olbia Tempio e, novità di quest'anno, quella di Oristano, e si svolgerà parzialmente in concomitanza con il Rally della Costa Smeralda, valido per il Campionato Italiano Rally. Numerose le novità annunciate nella conferenza stampa di presentazione da Enrico Gelpi, presidente dell'ACI, e da Angelo Sticchi Damiani, presidente della CSAI e del Comitato organizzatore.

Per il presidente dell'Automobil Club d'Italia "il Rally d'Italia Sardegna è un investimento, perché oltre ad un importante ritorno di immagine per la Sardegna e tutta l'Italia, la manifestazione è un'occasione strategica per il turismo dell'isola, con un giro d'affari superiore agli 11 milioni di euro". "Il WRC è la giusta collocazione per l'Italia - ha detto Angelo Sticchi Damiani -, anche perché l'Italia è sempre stata presente prima nel Campionato Europeo e poi nel Mondiale, per cui siamo 'soci fondatori' della serie iridata. Non dimentichiamo poi che la Sardegna ha gli sterrati più belli del mondo, come prova il fatto che tutti i team vengono a provare gomme ed assetti. In Sardegna debuttano inoltre le MINI WRC, per cui sarà interessante seguire la sfida a tre con Citroen e Ford".

Le iscrizioni alla quinta prova del WRC organizzata dall'Automobile Club d'Italia sono aperte fino al 19 aprile, ma il numero di partecipanti è già oggi piuttosto alto: sono già iscritti 50 equipaggi di varie nazionalità, con 21 WRC 1600 Turbo, 10 SWRC e 20 vetture della WRC Academy, la serie propedeutica della FIA riservata ai migliori giovani dei Campionati nazionali che come rappresentanti dell'Italia ha il 20enne Matteo Bonello e i il 22enne Andrea Crugnola, entrato a far parte della squadra ufficiale di Citroen Italia nel CIR, che quest'anno è partner ufficiale dell'evento sardo. "Siamo certamente entusiasti di dare il nostro contributo al Rally d'Italia e diamo il benvenuto ai nuovi marchi", ha detto il Direttore della Comunicazione Marco Freschi. Quest'anno poi saremo impegnati in Sardegna su due fronti, con Loeb-Elena e Ogier-Ingrassia nel WRC, con Simone Campedelli e, nelle gare che non coincidono col Mondiale, con Crugnola nel CIR, campionato nel quale siamo ritornati in forma ufficiale".