Per tutto il 2013 i tecnici Bosch forniranno dei corsi di formazione sulla tecnologia a basso impatto ambientale alla rete Bosch Service

L'auto ibrida ed elettrica si sta lentamente diffondendo in Italia. Nonostante nel 2012 ci sia stato un calo delle immatricolazioni del 19,9%, l'auto ibrida è riuscita a viaggiare controcorrente segnando un +31,15% e quella elettrica un +70%. Sebbene stiamo parlando di volumi poco consistenti (6.774 auto ibride contro le 5.165 unità del 2011), il dato è significativo perchè rappresenta un trend di crescita costante. In questo quadro Bosch ha deciso di formare i suoi autoriparatori. Per tutto il 2013 alcuni tecnici Bosch forniranno dei corsi di formazione sulla tecnologia ibrida/elettrica alla rete di officine Bosch Service. Il progetto formativo specifico per la tecnologia ibrida/elettrica si chiama Hybrid Tour 2013 e prevede lezioni ripartite in 2 giorni per un totale di 16 ore in cui si affronteranno argomenti relativi alla sicurezza, aspetti tecnici di riparazione ed esercitazioni pratiche.

"Poiché le tensioni che circolano a bordo dei veicoli ibrido/elettrici sono spesso superiori a 600 Volt, è a rischio l'incolumità dell'autoriparatore se impreparato", spiega Bosch. Proprio per questo, la normativa italiana prevede - per chi opera su apparecchiature in tensione - il conseguimento di uno specifico attestato (PES/PAV Testo Unico sulla sicurezza d.lgs. 81/08 e norma CEI 11-27). Al superamento del test del corso Hybrid Tour 2013, una comunicazione del CEI attesterà al titolare dell'officina la possibilità di nominare il partecipante come "Persona Esperta/Persona Avvertita ai sensi della norma CEI 11-27 (PES/PAV)". Di seguito alcune tappe del Bosch Hybrid Tour 2013: Torino, Como, Bergamo, Milano, Modena, Bologna, Roma, Frosinone, Perugia, Lucca, Firenze, Bolzano, Padova, Udine, Verona, Rimini, Ancona, Bari, Napoli, Salerno, Cosenza, Catania, Trapani, Cagliari, e Oristano.