Dalla Dodge-Alfa alla SUV Opel a marchio Buick

Il 2012 per il mondo dell'auto si apre con il consueto appuntamento di Detroit: il North American International Auto Show in programma dal 14 al 22 gennaio per il pubblico e in anteprima per la stampa il 9 e il 10 gennaio. Le novità sono numerose e alcune le vedremo anche in Europa, dal momento che è ormai strategia comune di tutti i costruttori puntare su architetture che possano essere condivise su mercati dalle caratteristiche diverse. Conosciamole meglio di seguito.

LE "ITALO-AMERICANE"

Il Gruppo Fiat è presente al Salone di Detroit con i brand Chrysler, Dodge, Fiat, Jeep, Maserati, Ram ed SRT. La nuova Dodge Dart, prima auto del gruppo italiano realizzata a partire da una piattaforma europea (la "C Wide", quella dell'Alfa Giulietta) è stata subito apprezzata dalla stampa americana, che ne ha gradito lo stile preferendo la berlina alla Caliber. Significativa al Salone di Detroit è anche la presenza di Maserati, marchio che in futuro sarà sempre più integrato con la produzione Fiat d'oltreoceano, vedi Kubang e le due nuove berline anticipate da Sergio Marchionne, che come di consueto ha conquistato le prime pagine dei quotidiani con le sue dichiarazioni.

LE EUROAMERICANE

Molte sono le Case europee che presentano al Salone di Detroit nuovi prodotti destinati sia al continente americano che a quello europeo. Porsche, di ritorno a Detroit dopo due anni di assenza, si presenta con la nuova 911 Cabrio, mentre i suoi "colleghi" tedeschi puntano sulle berline ibride, segmento che negli USA riscuote un discreto successo, come Mercedes con E400 Hybrid a benzina e la E300 Bluetec Hybrid a gasolio, BMW con la Serie 5 ActiveHybrid e Volkswagen con la Jetta Hybrid.

SULLA STESSA ROTTA

Sempre sulla rotta Germania-USA, senza dimenticare la Volkswagen E-Bugster Concept, viaggiano le nuove BMW Serie 3, Mercedes SL e la concept smart for-us, mentre dall'Inghilterra arriva al Salone di Detroit la nuova Bentley Continental GT dotata di un nuovo motore V8 da 507 CV proveniente da Audi, che non ha ancora scoperto le sue carte.

PICCOLE SPORTIVE

Novità anche sul fronte delle "piccole sportive" con le prime mondiali di MINI Roadster, la prima spider di MINI, e la Chevrolet Sonic RS, declinazione sportiva della Aveo europea che monta un motore 1.6 turbo 140 CV sinora utilizzato da Opel. La Casa di Russelsheim sta lavorando intanto ad un SUV compatto (qualcuno azzarda il nome "Mokka") che sarà la versione europea della Buick Encore

ALTRE NOVITA' "GLOBALI"

Chevrolet da un assaggio di futuro con le concept Code 130R e Tru 140S. Sempre in casa General Motors, spicca al Salone di Detroit (9-22 gennaio 2012) la Cadillac ATS, berlina che vedremo anche in Europa e sulla quale verrà impiegato per la prima volta il nuovo 4 cilindri 2.000 turbo da ben 273 CV (136,6 CV/litro). Ford ha invece presentato la nuova Fusion che in Italia arriverà nel 2013 con il nome di Mondeo.

DA ORIENTE A OCCIDENTE

Come di consueto è forte al al Salone di Detroit (9-22 gennaio 2012) la presenza di marchi asiatici: soprattutto di Honda, che porta al debutto col marchio Acura la ILX (versione americana della Civic), il crossover RDX e la NSX Concept che segna il ritorno del costruttore giapponese nel segmento delle supercar dal quale manca dal 2005, ultimo anno di produzione della NSX di prima generazione. Prima mondiale al Salone di Detroit (9-22 gennaio 2012) anche per la Accord Coupé
Le novità di Toyota sono la Prius c, la Prius "monovolume", la ibrida plugin NS4 Concept, la Lexus LF-LC e la Scion FR-S, la coupé a marchio Scion derivata dalle "Toyobaru" Toyota GT 86 e Subaru BRZ.

Hyundai porta al debutto al Salone di Detroit la versione turbo da 208 CV della Veloster e la Genesis restyling, che saranno lanciate il prossimo anno anche in Europa come il nuovo Pathfinder di Nissan, di ritorno a Detroit dopo tre anni di assenza.

L'AUTO DELL'ANNO IN NORD AMERICA

Come da tradizione, infine, è stata annunciata al Salone di Detroit l'auto vincitrice dell'annuale premio North American Car of the Year (NACOTY). La giuria di 50 giornalisti specializzati di Stati Uniti e Canada ha scelto per l'edizione 2012 la Hyundai Elantra, una berlina media poco conosciuta in Europa, ma evidentemente apprezzata al di là dell'Atlantico tanto da battere le finaliste Ford Focus e Volkswagen Passat. Per Hyundai si tratta del secondo successo nell'ambito del NACOTY, dopo la vittoria della Genesis nel 2009.

[Foto copertina: unitedpictures.eu]

Salone di Detroit: le novità 2012