Nonostante tuta e sottocasco da pilota, nel paddock di Vallelunga, dove nel weekend si è disputata la prima prova del Trofeo Abarth 500 Selenia Italia, tutti lo hanno riconosciuto e lui ha dispensato strette di mano, foto e autografi a centinaia. Personaggio simpatico Jimmy Ghione, popolarissimo inviato di "Striscia la Notizia", ma anche arrembante pilota automobilistico con una carriera parallela al volante non molto nota, che ci ha raccontato al termine delle due manche a cui è stato invitato come "special guest". Concluse per la cronaca con un sesto ed un quinto posto.

OmniAuto.it: Vogliamo fare un piccolo excursus del Ghione pilota?
"Guarda, io da ragazzo ho fatto tutti gli sport del mondo. Andavo alla Hawaii a fare windsurf, ho fatto anche motocross ed in Piemonte, dove sono nato, ho partecipato anche a delle gare junior. Oltre a calcio e tennis, che pratico da sempre, da pochi anni mi sono avvicinato all'automobilismo. L'ho fatto un po' per ridere, però ridendo ridendo, non lo dico io, ma sto andando bene: nel campionato Kia Green Scout Cup sono secondo. Il campionato Abarth non lo farò tutto, sono qui perché mi ha invitato Abarth. Sono arrivato quinto contro gente che fa il campionato regolarmente. Dovete dirlo voi, però io credo di essere andato bene in proporzione alle gare che ho fatto".

Leggi il resto dell'intervista su OmniCorse.it

Jimmy Ghione, "Scorpione" per un giorno