L'offensiva della Stella sposta la competizione mondiale sulle auto compatte

La conferma é arrivata dal Salone di New York (20 aprile - 1 maggio): la nuova Mercedes Classe A, basata sul Concept presentato proprio al NYAS (in contemporanea con il Salone di Shanghai), sbarcherà in America. E' la prima volta che una compatta di Stoccarda varca l'Oceano Atlantico, in un mercato, quello degli Stati Uniti, che da sempre rappresenta per la Stella a Tre Punte il canale di esportazione di riferimento per le auto di lusso. Il cambio di tendenza coinvolge sia i Costruttori generalisti - Ford, a titolo di esempio, porta negli USA la Fiesta - che quelli premium (come Mercedes, appunto), perché il fenomeno di downsizing delle automobili riguarda ormai tutti i car maker, senza distinzione geografica.

LE PICCOLE PIACCIONO ALLE CASE PREMIUM

La ridefinizione del target di utenti della prossima Classe A, che abbandona la formula di monovolume compatta per sposare la filosofia di hatchback sportiva, guida la pianificazione delle strategie industriali del Gruppo Daimler. I vertici di Stoccarda prevedono infatti di affrontare la competizione globale con una famiglia di vetture da opporre su tutti i mercati ai concorrenti storici, BMW e Audi, che stanno anch'essi espandendosi verso i segmenti A, B, e C.

MA I GENERALISTI NON STANNO A GUARDARE

Della partita sarà anche Volkswagen - a cui Mercedes opporrà la versione di serie dellai Classe A Concept come diretta concorrente della Volkswagen Scirocco - che ambisce ormai apertamente a superare Toyota come primo Costruttore al mondo. Anche Fiat non può permettersi di restare a guardare, sfruttando l'alleanza con Chrysler per competere negli Stati Uniti e per espandersi in Cina. I francesi di Renault, d'altro canto, sembrano già essere in trattativa proprio con Mercedes - per stringere sinergie industriali atte allo sviluppo di veicoli di segmento medio - e collaborano già con Nissan, in virtù della joint venture che li lega alla Casa giapponese. Il Gruppo PSA, Ford e General Motors da un lato e i giapponesi di Mazda, Suzuki, Honda e Mitsubishi dall'altro già presidiano i segmenti delle auto piccole e compatte, ma si dovranno attrezzare per l'arrivo di nuovi competitor dall'alto di gamma, in virtù delle alleanze già in atto o future e con l'introduzione di nuovi modelli.

Mercedes Classe A Concept

Foto di: Fabio Gemelli