Il rally più famoso del mondo riparte dal Sud America

Dopo trent'anni di emozioni vissute in lungo ed in largo negli sterminati terrori africani, la mitica Dakar riparte dal Sud America. La tradizione geografica è stata violata in nome della sicurezza di partecipanti e spettatori contro le minacce dei movimenti terroristici collegati al Al Qaeda che già l'anno scorso hanno "imposto" l'annullamento del raid.

Il nome dell'edizione 2009 non cambia - Dakar 2009 - ma lo scenario è completamente nuovo. Viene da chiedersi perchè la competizione non abbia cambiato nome, visto che la mitica meta originale della corsa è solamente un puntino sulla mappa di un'altro continente.
La ragione, ha spiegato in più occasioni il direttore della corsa Etienne Lavigne, è di marketing e al fatto che la parola Dakar si è trasformata dopo tutti questi anni in un sinonimo di avventura.

De resto l'ex competizione africana sarà dura e selettiva: dalla Patagonia al deserto dell'Atacama sono quasi 10.000 i km che i concorrenti percorreranno in 15 giorni, di cui uno di riposo, partendo da Buenos Aires sabato 3 gennaio per tornarci il 17.

Rispetto alla vera Dakar, si vedrà meno sabbia: il 50% del percorso è su terra e ghiaia, il 15% pietraie ed il restante 35% nel deserto. L'altra novità è che si corre anche in quota, con auto, moto e camion che toccheranno i 4.700 metri quando attraverseranno le Ande.

A nastri di partenza della Dakar 2009 vi sono ben 505 piloti. 179 auto, 81 camion, 27 Quad e ben 218 moto. Gli equipaggi italiani sono 20, di cui 7 su due ruote, 6 in auto, 5 in camion e 2 in Quad. Al via saranno presenti anche il bassanese due volte Campione del Mondo Rally Miki Biasion, con un'auto T2 (derivata dalla serie), ma anche il mitico Peterhansel, pronto a conquistare la decima vittoria; lo sciatore Luc Alphand e Carlos Sainz. Per quanto concerne le moto la sfida sarà certamente tra le KTM di Cyril Despres (vincitore delle edizioni 2005 e 2007) e Marc Coma, trionfatore nel 2006.

Cresce sensibilmente la lista rosa delle concorrenti: le donne in corsa sono 20, tra cui spiccano i nomi delle italiane Luisa Trucco e Camelia Liparoti, al via rispettivamente su un camion Iveco ed un Quad KTM.

LINKS

Lista dei partecipanti
Mappa del percorso

Fotogallery: Al via la Dakar 2009