Arancio, blu e mappa di Mosca sulla carrozzeria per celebrare il successo russo

Uno squillante colore arancio e una mappa della cintura più interna della città di Mosca. Ecco some si presenta la Opel Mokka "Moscow Edition" che fa il suo debutto proprio al Salone di Mosca, uno studio di stile dedicato al mercato russo; GM ringrazia così gli automobilisti russi che nei primi sei mesi del 2014 hanno acquistato 9.000 delle 72.000 Mokka vendute nel Vecchio Continente. Nel conteggio complessivo la capitale ha contribuito con ben 8.000 unità, diventando il sesto mercato europeo per la Mokka. Insomma, ormai in Russia il marchio Opel è sinonimo di Mokka e per i moscoviti l’identificazione è quasi totale fra il SUV crossover compatto e la Casa del Fulmine.


Intesa come concept celebrativa, la Opel Mokka "Moscow Edition", utilizza il colore arancio molto amato in Russia, una tinta che si pone al quarto posto nelle preferenze degli automobilisti dopo i classici nero, bianco e marrone. Oltre al brillante arancione, riportato anche nelle razze dei cerchi in lega, la piccola crossover "societica" sfoggia protezioni in plastica di colore blu scuro su paraurti, sottoporta e passaruota, mentre sul cofano, il tetto, il portellone e gli interni è impressa la mappa stilizzata della città di Mosca, o almeno quello dell’anello più interno e antico costruito attorno alla "Città Bianca". La finitura topografica si estende infatti fino al rivestimento interno del padiglione, realizzato in Alcantara e abbinato ad altre finiture di pregio.

Opel Mokka "Moscow Edition", dalla Russia con colore

Foto di: Fabio Gemelli