Ecco la versione ultrasportiva della Godzilla giapponese

Studiata per offrire le prestazioni e le sensazioni di una macchina da corsa, ma inserite nel contesto di una pura auto stradale. Questo il principio informatore della Nissan GT-R SpecV che sette selezionati concessionari ufficiali Nissan dislocati sul territorio del Giappone avranno l'onore di poter proporre al pubblico a partire dal prossimo 2 febbraio.

La GT-R "definitiva" è proposta nell'unico colore di carrozzeria Ultimate Black Opal che le dona un sapore quasi mistico, nero come il mistero, affascinante e maestoso come una pantera. Pochi ma significative le modifiche estetiche, tutte improntate ad accentuare il suo carattere ulteriormente inasprito verso un elevato livello "racing": spoiler posteriore in fibra di carbonio, griglia anteriore in fibra di carbonio, prese d'aria anteriori in fibra di carbonio. All'interno, nel nome della massima sportività, sono stati eliminati i sedili posteriori, disponibili sulla GT-R "normale" mentre al posto dei sedili di serie ora vi sono nuovi sedili a guscio forniti da Recaro, anch'essi in fibra di carbonio. L'ambiente è ulteriormente caratterizzato da inserti in fibra di carbonio.

La meccanica è stata affinata per offrire prestazioni ancora più esaltanti: sospensioni modificate, nuove ruote da 20 pollici fornite da Nissan Motorsports International (NISMO) e caratterizzate da grande leggerezza, nuovo impianto frenante con dischi in carboceramica, nuovo impianto di scarico in titanio ma, soprattutto, nuovo management dell'impianto di sovralimentazione del motore 6 cilindri a V di 3,8 litri. I due turbocompressori che, all'aumentata massa d'aria immessa nel circuito forniscono una spinta ancora maggiore in termini di coppia ai medi e alti regimi, mentre ancora non sono stati rilasciati dettagli sulla potenza erogata.

Il prezzo suggerito per questo speciale modello è di 15.750.000 Yen, pari a oltre 125.000 euro.

Nissan GT-R SpecV