Anche la wagon della Golf nella motorizzazione superefficiente da 3,3 l/100 km

La nuova Volkswagen Golf Variant al momento del lancio previsto per il mese di agosto sarà disponibile anche nell'interessante motorizzazione TDI BlueMotion che promette il consumo medio più basso della categoria delle segmento C station wagon: appena 3,3 l/100 km nel ciclo medio, per emissioni di CO2 contenute in soli 87 g/km grazie al propulsore 1.6 TDI BlueMotion da 110 CV dotato di serie di start/stop e sistema di recupero dell’energia. La Volkswagen Golf Variant TDI BlueMotion è dotata di alcuni accorgimenti aerodinamici che contribuiscono a limitare i consumi come la calandra del radiatore parzialmente chiusa, deflettori situati sui lati del lunotto, rivestimenti sottoscocca e passaruota perfezionati sotto il profilo aerodinamico, altezza dal suolo ridotta di 15 mm e pneumatici a bassa resistenza al rotolamento.

La nuova Golf Variant TDI BlueMotion viene proposta unicamente negli allestimenti Trendline e Comfortline ed è l'unico modello della gamma Golf Variant disponibile nella tinta di carrozzeria "Clearwater Blue Metallic". L'equipaggiamento di serie comprende airbag (sette) specchietti retrovisori esterni a regolazione elettrica, cornici cromate per le bocchette di ventilazione dell’abitacolo, ECO-HMI (indicazioni incentrate sui consumi sull’indicatore multifunzione, sedile del guidatore regolabile in altezza, alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, climatizzatore, differenziale autobloccante elettronico XDS, indicatore di pressione degli pneumatici Plus, schienale dei sedili posteriori abbattibile sdoppiabile asimmetricamente con sbloccaggio a distanza, touchscreen con display TFT da 5 pollici, cristalli atermici verdi e chiusura centralizzata con radiocomando.

Volkswagen Golf Variant TDI BlueMotion

Foto di: Daniele Pizzo