I contributi statali interessanto alcuni modelli della gamma con "sconti" da 2.000 fino a 5.000 euro

Gli incentivi auto 2013 sono applicabili anche alle Peugeot "BEC" (auto a basse emissioni complessive ossia con alimentazioni alternative) immatricolate a partire dal 14 marzo. Il costruttore francese, come Renault, ha quindi deciso di ripubblicare i listini della gamma alla luce degli incentivi statali. L'entità del contributo, metà del quale a carico del costruttore, è compreso tra 2.000 e 5.000 euro, è differenziato per tipologia di cliente (privati e/o aziende, con o senza rottamazione) ed è inversamente proporzionale alla quantità di anidride carbonica emessa allo scarico.

Le fasce in cui le auto a basse emissioni complessive sono state suddivise, lo ricordiamo, sono tre: la prima riunisce le auto con emissioni di CO2 inferiore ai 50 g/km; la seconda quelle con emissioni comprese fra 51 e 95 g/km; la terza quelle con emissioni di CO2 comprese fra 96 e 120 g/km. Peugeot propone modelli in tutte e tre le categorie. Nella prima (che vale un contributo fino a 5.000 euro) è presente con iOn (da 23.000 euro circa), anche nella versione XA da lavoro; nella seconda (contributo all'acquisto sino a 4.000 euro) con 3008 HYbrid4 con cerchi da 16” (da 31.000 euro circa) e 508 HYbrid4 (da 34.400 euro circa); nella terza (contributo fino a 2.000 euro) con la 3008 HYbrid4 con cerchi da 17” e 18” (da 34.000 euro circa) e con la 508 RXH (da 41.500 euro circa) . Inoltre la gamma verrà presto arricchita dal Partner elettrico nella versione commerciale.

Leggi tutto su incentivi auto 2013.