Al Salone di Ginevra il Cavallino ha presentato una FF che integra l'assistente vocale made in Cupertino

Nel novembre scorso Eddy Cue, Senior Vicepresident Internet Software and Service di Apple, è entrato a far parte del cda Ferrari. Il Presidente Luca di Montezemolo disse che la sua esperienza sarebbe stata molto utile e al Salone di Ginevra si sono visti i primi risultati: Harman e Ferrari hanno mostrato l’integrazione di Siri, l'avanzato software di riconoscimento vocale della Mela su un esemplare di Ferrari FF attraverso la tecnologia a comando vocale "Siri Eyes Free".

Il sistema Siri della FF funziona come su un normale iPhone: basta una pressione prolungata del bottone menu del sistema di infotainment posizionato sul volante e l'assistente vocale viene attivato, i comandi vengono impartiti attraverso i microfoni integrati e il feedback audio sfrutta il sistema audio dell’auto già installato a bordo. Inoltre, il volume viene regolato per una migliore comprensione, come succede con l’iPhone, e Siri interrompe la musica una volta attivato. Inoltre, i passeggeri dei sedili posteriori della FF possono godersi un film, giocare all’ultimo videogioco o navigare su Internet grazie a due iPad Mini inseriti negli schienali. Presto questa tecnologia verrà estesa agli altri modelli della Casa di Maranello.