La sfida alle berline tedesche premium parte oggi, con le armi della leggerezza e dello stile British

La Jaguar XE debutta questa sera e già sembra di sentire il battito cardiaco accelerato di alcuni responsabili dei marchi di lusso tedeschi. La nuova berlina media sportiva creata nel Regno Unito con il supporto della proprietà indiana si preannuncia infatti come una credibile sfidante delle più rinomate vetture del segmento, in particolare BMW Serie 3 e Mercedes Classe C, in attesa dell’arrivo della nuova Audi A4. Ad accompagnare la Jaguar XE verso la commercializzazione nei primi mesi del prossimo anno ci sono le giuste premesse tecnologiche che paiono piazzare l’inglese al livello delle migliori concorrenti. In fondo lo stesso gruppo inglese vanta già i successi globali di Range Rover Sport ed Evoque, per cui impensiere l’industria teutonica dell’auto con una Jaguar sembra essere la sfida più intrigante del momento


A creare qualche grattacapo in quel di Germania sono soprattutto le già preannunciate doti di modularità della scocca in alluminio e dei nuovi motori diesel Ingenium che permettono di consumare appena 4 l/100 km. A questo si aggiungo una costruzione leggera della XE a tutto vantaggio della guidabilità e dei consumi, oltre alle raffinate sospensioni posteriori Integral Link e al Surface Progress Control che gestisce la motricità sui fondi più scivolosi. In base ai pochi teaser fotografici diffusi fino ad oggi gli stessi tedeschi possono attendersi una berlina sportiveggiante con un frontale a metà strada fra la XF e la F-Type; anche la versione sportiva XE S svelata nella foto con la cantautrice Emeli Sandé lascia intuire che anche in fatto di prestazioni pure la nuova arrivata non scherza. Il reveal della Jaguar XE sarà trasmesso in diretta streaming da Londra.

Jaguar XE, alluminio inglese contro reputazione tedesca e sogno italiano

Foto di: Giuliano Daniele