Si parte con 10 veicoli a metano, 4 ibridi e 3 elettrici. Le altre 3.000 prenotazioni seguiranno nei prossimi giorni, mentre restano solo i contributi per aziende e professionisti

Gli incentivi auto 2013, già tutti esauriti per quanto concerne le vetture “ecologiche” acquistate dai privati, hanno fruttato nella prima settimana l’immatricolazione di 17 veicoli incentivati. Il numero ridotto non deve stupire, visto che si tratta con ogni probabilità dei soli mezzi disponibili in pronta consegna sul totale delle circa 3.000 prenotazioni effettuate dal 14 marzo scorso. Di questi 17 veicoli, ci informa l’apposito sito del Ministero dello Sviluppo Economico, 10 sono a metano, 4 sono ibridi e 3 sono elettrici. Lo stesso sito degli incentivi BEC specifica che si tratta di 14 automobili e di 2 ciclomotori, perdendo per strada un veicolo...

Dei 17 mezzi targati in otto giorni sappiamo anche che 11 rientrano nella fascia di emissioni CO2 superiori a 50 g/km e inferiori o uguali a 95 g/km, mentre 6 stanno entro i 50 g/km. Nel giro di 90 giorni dalla prenotazione, termine massimo per immatricolare la vettura godendo degli incentivi auto 2013, sapremo con esattezza come sono stati distribuiti i contributi statali previsti nella misura di 39,4 milioni di euro. L’originario stanziamento di 40 milioni di euro è stato infatti ridotto di 614.671 euro, un accantonamento di bilancio operato dal Ministero dell'Economia e Finanze. Ancora disponibili quasi per intero sono invece gli incentivi destinati a veicoli uso terzi e per esercizio di imprese, che come noto sono subordinati alla rottamazione di un mezzo con più di 10 anni.