L'ammiraglia del Giaguaro debutta a New York nella versione più sportiva mai realizzata. 550 CV, da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi

La "R" che distingue i modelli Jaguar più potenti e veloci approda per la prima volta sull' ammiraglia XJ in occasione del Salone di New York, dove la Casa britannica ha presentato in anteprima mondiale la Jaguar XJR che rivaleggerà con le "solite" tedesche nel ristretto circolo delle berline di lusso alte prestazioni come BMW M5, Classe E AMG ed Audi RS6.

SOBRIETA' INNANZITUTTO
La berlina di Coventry si distingue in questa versione "R" le per appendici aerodinamiche come lo splitter frontale, le bandelle sottoporta e uno spoiler sulla sommità dello portellone posteriore che sono specifici del modello. L'insieme non è eccessivo e anzi sarebbe difficile riconoscere una XJR da una XJ se non fosse per gli stemmi "R" sulla calandra e sulle fiancate. Fanno parte di questo speciale allestimento anche i cerchi da 20" con cinque leggere razze sdoppiate da cui si intravedono i grandi dischi freni maggiorati (da 380 e 376 mm) su cui sono montati pneumatici Pirelli di misura 265/35 all'anteriore e 295/30 al retrotreno.

PERFORMANCE ALL'INGLESE
Sotto il cofano della Jaguar XJR romba una versione potenziata a 550 CV del V8 5 litri sovralimentato, che è abbinato ad un cambio automatico/sequenziale a 8 rapporti. Con una coppia di 680 Nm riesce a spingere la nuova Jaguar XJR da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi e fino alla velocità massima di 280 km/h. E' dotato inoltre di sistema start/stop, che permette di contenere i consumi a 11,6 l/100 km nel ciclo di omologazione medio, per emissioni di CO2 pari a 270 g/km.

Jaguar XJR

Foto di: Daniele Pizzo