E' la Rossa stradale più veloce di sempre: 740 CV, 340 km/h, 0-100 in 3,1 s e 2,1 kg/CV

La F12berlinetta, scritto tutt'attaccato, è facile da definire: è la più Ferrari delle Ferrari. Perché? Il motore è un 12 cilindri a V, il corpo vettura eredita un nome evocativo del Dna di Maranello e le sue priorità sono le prestazioni, l'aerodinamica e il design, ovvero le caratteristiche fondamentali dei modelli più fedeli alla storia della Ferrari. Si mostra in pubblico per la prima volta al Salone di Ginevra (8-18 marzo), anche questo un palcoscenico storico per il Cavallino Rampante, che l'anno scorso vi ha fatto esordire la FF a trazione integrale e nel 2006 vi aveva svelato la 599 GTB, il modello di cui la F12berlinetta è pronta a prendere il posto.

NUMERI DA RECORD: 740 CV PER 340 KM/H

I dati classici delle prestazioni sono da mozzare il fiato, mai raggiunti da un'altra Ferrari stradale: per balzare da 0 a 100 km/h la nuova Ferrari impiega 3,1 secondi, poi per raggiungere i 200 km/ le bastano altri 5,4 secondi e, dove la strada e le leggi lo permettono, può accelerare ancora fino a superare i 340 km/h. Per avere un termine di paragone, l'attuale 599 GTO, la versione più cattiva della GTB e al top della gamma Ferrari in materia di dinamismo, si fionda da 0 a 100 in 3,35" e arriva a 335 km/h. Il motore, naturalmente, è un 12 cilindri a V, basato su quello della FF, di cui conserva la cilindrata di 6262 cc e l'alimentazione a iniezione diretta. E' uno dei più "grossi" mai costruiti dalla Ferrari: lo supera soltanto quello realizzato nel 1971 a Maranello per la 712 CanAm. Ma da allora sono trascorsi quattro decenni e se per quel V12 da corsa si parlava di una potenza di punta di 700 CV quello della nuova F12berlinetta di cavalli ne vanta ben 740 (equivalenti a 118 CV/litro), una settantina in più anche del V12 di 6.0 litri della 599 GTO. Straordinarie anche la coppia massima di 690 Nm e la sua erogazione, con oltre 550 Nm già a 2500 giri, mentre l'allungo finisce a quota 8.700 giri/min, quando interviene il limitatore.

DODICI ANCHE LE LEGHE DI ALLUMINIO

Telaio e scocca della nuova Ferrari V12 sono in alluminio, come già sulla 599, ma questa volta per la realizzazione al centro di eccellenza Scaglietti sono state impiegate ben 12 diverse leghe di alluminio e nuove tecnologie di giunzione dei componenti: il risultato è una vettura di una settantina di chili più leggera del precedente modello, nonostante una rigidità torsionale superiore. L'aerodinamica, tanto sviscerata nel progettare le Formula 1, è stata studiata sia in galleria del vento sia con le simulazioni al computer. I tecnici, in collaborazione con gli stilisti, hanno ottenuto il raddoppio dell'efficienza aerodinamica complessiva: significa che a parità di resistenza alla penetrazione nell'aria si ha il doppio di carico aerodinamico verso il basso, oppure viceversa. Il risultato è stato conseguito con un Cx di 0,299 e migliorando la sezione frontale, visto che la F12berlinetta è leggermente più stretta (di un paio di centimetri) e di 6 cm più bassa della 599; d'altro canto la deportanza è cresciuta di ben il 76% con 123 kg a 200 km/h. Efficienza aerodinamica ed efficienza del motore hanno ripercussioni positive anche su consumi di carburante ed emissioni di CO2, drasticamente tagliati.

DESIGN PININFARINA E CENTRO STILE FERRARI

Sulle fiancate, dietro le ruote anteriori, c'è l'inconfondibile logo della Pininfarina, artefice di molte delle Ferrari più ammirate. Questa volta è stato particolarmente attivo anche il Centro Stile di Maranello. Ne è uscito un frontale dai bordi precisi, una fiancata sinuosa che sembra scolpita dal flusso d'aria che attraversa le aperture del cofano "Aero Bridge"e scorre sotto i finestrini generando anche un po' di deportanza. L'abitacolo è a 2 posti ed è arredato con i materiali tipici delle sportive di rango elevato: pelle Frau, carbonio, alluminio.

FRENI CARBOCERAMICI

L'architettura della F12berlinetta prevede il motore V12 anteriore mentre il cambio a doppia frizione (azionabile anche tramite i paddle sul piantone dello sterzo) è sul retrotreno. Sul volante compare l'ormai celebre manettino per la regolazione della risposta del motore, del cambio, delle sospensioni. Il corredo tecnico include l'impianto frenante carboceramico CCM3, l'ultima evoluzione delle sospensioni magnetoreologhiche SCM-E, il differenziale elettronico E-diff, il controllo elettronico della stabilità ESC e quello della trazione F1-Trac e l'ABS con taratura sportiva.

SCHEDA TECNICA e VIDEO

Motore
Tipo V12, 65°
Cilindrata totale 6.262 cm3
Potenza massima 740 CV a 8.250 giri/min
Coppia massima 690 Nm a 6.000 giri/min

Dimensioni e peso

Lunghezza 4.618 mm
Larghezza 1.942 mm
Altezza 1.273 mm
Peso a secco* 1.525 kg
Distribuzione dei pesi 46% ant, 54% post
Rapporto peso/potenza 2,1 kg/CV

Prestazioni

Velocità massima oltre 340 km/h
0-100 km/h 3,1 secondi

Consumi ed Emissioni (Combinato ECE)

Consumo** 15,0 l/100 km
Emissioni CO2** 350 g/km

*Con contenuti di alleggerimento opzionali
**Con allestimento HELE

Ferrari F12berlinetta - Il primo video




La Ferrari stradale più veloce di sempre si mostra in anteprima a 360°...

Ferrari Blue NART, l'americana da 2,5 milioni è già sold out

Foto di: Eleonora Lilli