La berlina a trazione posteriore giapponese ha 223 CV, accelera da 0 a 100 km/h in 8,3 secondi e fa più di 23 km con un litro di benzina

Non è la prima volta che Lexus mette la tecnologia ibrida su un’auto a trazione posteriore (leggasi Lexus GS 450h), ma non per questo il marchio giapponese di lusso attento alle emissioni di CO2 è incapace di regalare emozioni a chi guida (e non solo, come potete vedere in questo video). E’ questa, in sintesi, la descrizione della nuova Lexus IS Hybrid, versione a due motori della IS (l’unica della gamma ad essere commercializzata in Italia), che dopo il debutto europeo del Salone di Ginevra è pronta ad entrare in concessionaria a partire da giugno. Sotto il cofano monta un 4 cilindri a benzina di 2.5 litri (2.494 cc) a ciclo Atkinson, in grado di sviluppare 181 cavalli, che sommati alla potenza del motore elettrico arrivano ad un totale di 223 CV

Le prestazioni della nuova IS Hybrid sono riassunte in un’accelerazione 0-100 km/h coperta in 8,3 secondi e una velocità massima autolimitata elettronicamente a 200 km/h. Il tutto per emissioni dichiarate di CO2 che vanno dai 99 g/km dell’allestimento Eco ai 109 g/km della variante F-Sport, con un consumo medio di 4,3 l/100 km e classe di inquinamento Euro 5+ (allestimento Eco), Euro 5 altri allestimenti. Il propulsore a benzina è dotato di iniezione D-4S, fasatura variabile lato aspirazione e scarico Dual VVT-i e sistema di Ricircolo dei Gas di Scarico (EGR). La trasmissione a rotismi epiciloidali a variazione continua E-CVT riesce a gestire 5 modalità di guida: EV (disattivazione del motore endotermico), ECO (per l’ottimizzazione dei consumi), Normal, SPORT/SPORT S (più reattività della farfalla e taratura sportiva dello sterzo) e SPORT S+ (adeguamento delle sospensioni alla guida dinamica). Sulla versione F SPORT si va oltre, grazie a una messa a punto specifica delle sospensioni, del servosterzo elettrico e delle sospensioni attive variabili disponibili a richiesta. Per abbassare il baricentro, infine, la nuova IS Hybrid è la prima Lexus a installare il pacco batterie sotto il pianale di carico, in modo da garantire anche una capacità di carico simile a quella delle concorrenti tradizionali (i sedili posteriori sono frazionabili 60:40).

Nuova Lexus IS Hybrid, l'ibrida che ha voglia di sport

Foto di: Giuliano Daniele