La berlina céca derivata dalla Volkswagen Golf ha 3 motori a benzina (1.2, 1.4 e 1.8 turbo) e 2 turbodiesel (1.6 e 2.0)

La Skoda Octavia è storicamente “legata” alla Volkswagen Golf, visto che ne condivide il pianale. E ora che la compatta tedesca è arrivata alla settima generazione e adotta la piattaforma modulare MQB, la media concreta del costruttore céco si evolve ulteriormente, proponendosi come un’alternativa a modelli con marchi più ambiziosi. La terza generazione della Octavia entra così in listino in versione berlina e station wagon con prezzi che partono da 18.610 euro. Dopo il debutto del Salone di Ginevra la nuova Skoda Octavia arriva nelle concessionarie con il porte aperte organizzato per il weekend del 6-7 aprile.

Le motorizzazioni disponibili per il lancio della nuova Skoda Octavia sono cinque: tre benzina (1.2 TSI, 1.4 TSI e 1.8 TSI) e due turbodiesel (1.6 TDI e 2.0 TDI), abbinabili a un cambio manuale o al doppia-frizione DSG, oltre che ai tre allestimenti Active, Ambition ed Elegance. Il listino prezzi spazia dai 18.610 euro della Octavia 1.2 TSI da 105 CV Active ai 26.560 Euro del 2.0 TDI da 150 CV Elegance DSG, mentre la combinazione più equilibrata per motore ed equipaggiamenti - l’Octavia 1.6 TDI 105 CV Ambition - è posizionata a quota 21.870 euro.

Nuova Skoda Octavia

Foto di: Daniele Pizzo