Ispirata al mondo dell’aviazione questa serie limitata è proposta con due benzina e altrettanti diesel

La Dacia Daster fa il bis. Dopo la serie limitata Adventure, che ne enfatizzava le capacità off-road, debutta al Salone di Parigi la Duster Air, ispirata invece al mondo dell’aviazione. E’ sia 4x2 che 4x4 e all’esterno si riconosce per gli stripping sul cofano, sulle fiancate e sulla carrozzeria posteriore. Sviluppata sulla base del top di gamma, Duster Air propone quattro tinte (Grigio Platino, Nero Nacré, Grigio Cometa e Bianco Ghiaccio) ed ha le scocche dei retrovisori esterni gialle. A bordo le sellerie specifiche sono nere con cuciture a contrasto gialle e sulla parte superiore degli schienali c’è il nome Duster che campeggia su un altimetro che si ripete sul volante e sulla carrozzeria. Anche i tappetini di protezione sono profilati in giallo.


Tra gli equipaggiamenti di serie ci sono il navigatore touchscreen MEDIA NAV, il cruise control, il radar parking posteriore, il clima manuale e l’Hill Start Assist. La Duster Air è disponibile con quattro motorizzazioni, due benzina e altrettanti diesel. Il 1.2 TCe 125 CV è offerto solo in versione 4x2 ed è abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti. Il benzina 1.6 16V 105 CV c’è sia sulla 4x2 che sulla 4x4 e in quest’ultimo caso è associato ad un cambio manuale a 6 rapporti. L’offerta diesel è concentrata sul 1.5 dCi, declinato in due varianti di potenza: 90 o 110 CV (la prima c’è solo sulla 4x2). I prezzi della Duster Air sono ancora da comunicare.

Dacia Duster Air, il top di gamma spicca il volo

Foto di: Eleonora Lilli