Svelate le forme della berlina media di lusso italiana, per la prima volta anche col turbodiesel

La nuova Maserati Ghibli non sarà più una GT due porte come nel passato, ma una berlina media di lusso posizionata un gradino al di sotto della nuova Quattroporte. Il debutto di fronte al pubblico è fissato per il prossimo Salone di Shanghai (21-29 aprile 2013), appuntamento perfetto per una vettura che facendo dell’esclusività di marchio e di prodotto un proprio vanto risulta adatta al ricco mercato cinese.

FIGLIA DELLA QUATTROPORTE

Molto del design della nuova Maserati Ghibli è preso direttamente dalla nuova Quattroporte, persino nello stile della plancia, della console centrale e del volante. La firma è del raparto stile interno guidato da Marco Tencone, con la supervisione di Lorenzo Ramaciotti. La qualità degli interni è garantita anche dalla presenza di sellerie dell’italiana Poltrona Frau, oltre che dalla disponibilità di impianti audio Bowers & Wilkins. A questo punto le varie Audi A7 Sportback, BMW Serie 6 Gran Coupé e Mercedes Classe CLS sono quindi avvertite.

IL PRIMO TRIDENTE DIESEL

La nuova Maserati Ghibli segna l’entrata della Casa del Tridente nel segmento E, passo strategico per raggiungere entro il 2015 l’obiettivo vendite di 50.000 Maserati all’anno. La Ghibli avrà “Un carattere più sportivo rispetto alla Quattroporte”. I motori disponibili saranno due V6 a benzina sovralimentati di 3 litri, con potenze di 330 e 410 CV, cambio automatico a 8 velocità della ZF e possibilità di scelta fra trazione posteriore e trazione integrale Q4. Per la prima volta nella storia di Maserati sarà offerta anche una Ghibli 3.0 V6 turbodiesel, motorizzata dall'italiana VM e con trazione posteriore. Come la nuova Quattroporte, con cui condivide parte del pianale, anche la nuova Maserati Ghibli sarà prodotta nello stabilimento ex-Bertone di Grugliasco. Le prime consegne sono invece programmate per l’estate.

Nuova Maserati Ghibli, le prime foto

Foto di: Fabio Gemelli