Punta sulla leggerezza per essere più bella da guidare (ed economica) delle tedesche. Ecco com'è dal vivo

Con l'espressione "le tedesche", le cose che vengono in mente possono essere sostanzialmente due: probabilmente si penserà a delle belle bionde, oppure a delle auto made in Germany. Soprattutto in Italia, infatti, le varie Audi, BMW e Mercedes hanno un fascino molto forte. E sono proprio loro ad essere nel mirino della Jaguar XE, la nuova berlina inglese fatta tutta d'alluminio, con la promessa di saper regalare un gran piacere di guida nella versione "S" con il motore a benzina 3.0 V6 sovralimentato da 340 CV. Ma anche consumi ridotti, grazie alla leggerezza e al coefficiente di penetrazione aerodinamico Cx pari a 0,26, visto che il turbodiesel quattro cilindri 2.0 ha un consumo medio dichiarato di 3,8 l/100 km ed emissioni di 99 g/km di CO2. Il cambio automatico ad 8 marce si comanda con il suggestivo rotore che spunta dal tunnel centrale.


Il look della tre volumi inglese si riallaccia al look della sportiva F-Type ed è figlio dello stesso designer, Ian Callum. E se sulle superfici tese e raccordate si decide buona parte della partita "Inghilterra-Germania" sul mercato delle auto premium, le sorti si decidono anche sulla guidabilità e sulle prestazioni, argomenti su cui la XE sembra non avere paura: la versione più potente accelera da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi. E poi non resta che entrare nell'abitacolo, in cui si possono poi avere tessuti tecnici, legno o dettagli come l’illuminazione, disponibile in dieci colori diversi. Il sistema d'infotainment InControl ha uno schermo da 8" e prevede anche un hotspot Wi-Fi per connettersi ad internet, gestendo a distanza con lo smartphone funzioni come il climatizzatore, la chisura centralizzata o l'avviamento del motore.

Jaguar XE: piacere di conoscerti, auto d'alluminio