Allo spazio e all'immagine. "L” è l'apice, alta non è solo la vettura

L'auto più attesa di Ginevra dal pubblico - e in particolare dagli automobilisti italiani - è per molti versi la Fiat 500L. L'incontro con lei allo dal vivo è d'impatto, perché la nuova multispazio ripropone lo spirito chic della sorella a 3 porte in un corpo vettura di quelli importanti. L'altezza della linea di cintura e le fiancate larghe le danno in effetti un aspetto imponente, così come la taglia forte (persino) del logo sul portellone enfatizzano come sia davvero "Large" la 500 multispazio, che per immagine sfida apertamente la MINI Countryman.

500 "elevata ad elle", dunque, con tutti i risvolti del caso. La crescita in termini di spazio, infatti, è data da dettagli come gli iconici fari rotondi dilatati e le maniglie porta cromate extra-large. Ma l'innalzamento dei toni va oltre il look, considerando come Fiat creda fortemente nel prodotto forse più fresco a livello commerciale degli ultimi anni e come questa sicurezza nei propri mezzi si manifesti a prescindere dalla concorrenza: a Ginevra la 500L non ha infatti mostrato il suo abitacolo agli addetti ai lavori, perché - forse per alimentare ulteriormente le aspettative - le vetture sono state esposte allo stand chiuse a chiave.

500L, Fiat si eleva

Foto di: Giuliano Daniele