Dopo aver debuttato come concept la Volvo S60 Polestar diventa una vettura di serie e lo fa per il mercato australiano con una motorizzazione 6 cilindri in linea di 3 litri e 350 CV. Realizzata sulla base dell’esperienza agonistica accumulata in 17 anni di corse dalla Polestar, la nuova berlina sportiva utilizza sfrutta il mercato dell’Australia per sondare la risposta del pubblico e valutare una possibile commercializzazione anche in altri mercati. Il modello di partenza della Volvo S60 Polestar è la versione T6, che già di suo sviluppa 304 CV ed è dotata di trazione integrale.

SPORTIVA ANCHE NELL’ASSETTO

Sviluppata nel corso di una serie di test ad alta velocità sulle autostrade tedesche, lungo le tortuose strade del Sud della Spagna e i freddi territori del Nord della Svezia, la Volvo S60 Polestar vanta oltre al motore potenziato un assetto specifico messo a punto dal pilota Robert Dahlgren. Come le Polestar da corsa la nuova S60 monta infatti ammortizzatori Öhlins, assetto sportivo e freni potenziati Brembo. Il motore 6 cilindri turbo benzina T6 monta un turbocompressore maggiorato Borg Warner, un nuovo intercooler, una mappatura modificata e uno scarico racing per arrivare ad esprimere 350 CV e oltre 500 Nm.

C’E’ PURE IL LAUNCH CONTROL

Grazie a questi perfezionamenti la Volvo S60 Polestar accelera da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi e arriva ad una velocità massima limitata elettronicamente a 250 km/h. Il tutto è merito anche del cambio automatico 6 marce rielaborato da Polestar, che include anche un sistema di “launch control”, oltre che della trazione integrale con speciale frizione Haldex ottimizzata da Polestar. Il pacchetto aerodinamico che caratterizza questa prima Volvo S60 Polestar di serie include invece uno splitter anteriore, un’alettone sul cofano bagagli e un diffusore di coda, tutti messi a punto nella galleria del vento Volvo. I cerchi da 19” montano pneumatici Michelin Pilot Super Sport di misura 235/40 R19.

Volvo S60 Polestar: sportiva di serie per l’Australia

Foto di: Fabio Gemelli