Il mercato italiano nel mese di marzo farà segnare un -20%, con un calo di 150.000 targhe, mentre nel trimestre le immatricolazioni scenderanno a 418.000, con una flessione cioè del 19%. Sono le previsioni che l'UNRAE ha presentato al Salone di Ginevra, dove le associate UNRAE confermano un minore introito per le Casse dello Stato di 2,3 miliardi di euro e, soprattutto, di un impatto sulla occupazione del settore auto da 10.000 persone in meno nella sola filiera commerciale.

"Le richieste di interventi strutturali ed immediati, a costo nullo per l'Erario - ha detto Jacques Bousquet, Presidente dell'UNRAE - trovano eco anche al Salone dell'Auto, dove stride il contrasto tra le basse performance del mercato italiano e le tante novità e gli investimenti proposti dal comparto a Ginevra".