Le prime informazioni nel piano presentato al Tesoro americano

General Motors ha presentato ieri il suo piano di ristrutturazione. Si tratta di una corposa relazione di 117 pagine in cui il management spiega al Dipartimento del Tesoro americano le strategie a medio termine per uscire dalla crisi, ivi compreso il piano di spesa del finanziamento governativo ottenuto. Fra i tanti numeri, è balzata agli occhi di numerose fonti di informazioni americane anche la fotografia di un'auto comparsa a pagina 65: la prima immagine ufficiale della Cadillac CTS Coupè.

Questa coupé arriverà entro il 2010 e, come la berlina da cui deriva, è caratterizzata da un'estetica decisamente "tagliente", frutto di un intricato incrocio di superfici tese. Da questa prima foto si può notare il frontale massiccio, in cui spicca una mascherina di grandi dimensioni e la linea di cintura alta che conferisce solidità alla fiancata. A dare slancio all'insieme contribuiscono i montanti posteriori inclinati, la sfuggente superficie vetrata laterale e le minigonne appena accennate. La parte posteriore, non completamente visibile, dovrebbe avere i gruppi ottici posizionati in verticale secondo gli ultimi dettami stilistici del Marchio.

La nuova CTS Coupé sarà equipaggiata con un propulsore V6 da 3,6 litri abbinato ad un cambio automatico a 6 marce, ma se varcherà i confini statunitensi per giungere in Europa, verrà dotata con tutta probabilità di motori più consoni alle esigenze degli automobilisti del Vecchio Continente. Un indizio relativo a tale eventualità è stato rivelato dal GT Coupè Concept presentato al Salone di Detroit. Infatti, questo prototipo, dal quale la CTS Coupè differisce solamente per alcuni particolari, era stato dichiarato costruito per ospitare sia un V6 a benzina che il nuovo 2.9 turbodiesel.