Perdersi nel labirinto delle sue forme è un piacere

E' un'auto che s'insinua nella mente di chi la incontra, la Ferrari F12berlinetta. I visitatori del Salone di Ginevra possono capire perché, quando il loro sguardo scivola sui solchi scavati sul cofano motore, prima di tuffarsi dentro gli scultorei puntoni che guidano il flusso aerodinamico verso le fiancate.

L'abbinamento fra la vernice grigio alluminio e gli interni blu oceano esalta poi le fattezze della nuova V12 di Maranello, che già da ferma sembra muoversi senza attrito nell'aria. Per lasciare infine che l'ammirazione per lei pervada l'osservatore, come fa la luce incastrandosi nelle ombre di ogni concavità della carrozzeria.

F12berlinetta, la Ferrari ad incastro

Foto di: Giuliano Daniele