Si completa a Ginevra la gamma della piccola coreana

Non c'è cinque senza tre. Non è un nuovo proverbio, ma la regola per le automobili di segmento B tra le quali da qualche mese c'è anche la Hyundai i20 che a Ginevra si presenta anche con la versione a 3 porte dopo aver debuttato a Parigi con la 5 porte.

A parte la differenza nelle porte e nella finestratura laterale, i due tipi di carrozzeria sono identici in tutto e per tutto, ma basta questo per guadagnare 10 kg nel peso e aggiungere qualcosa al carattere della piccola coreana che nel cofano avrà all'inizio due motori: l'1,2 litri a benzina da 78 CV che consuma 5,2 litri /100 km ed emette 124 g/km di CO2 e l'1,4 Diesel da 75 CV che consuma 4,4 litri/100 km e ha emissioni di CO2 pari a 116 g/km.

Tra i particolari di spicco per questa 3 porte ci sono i sedili anteriori con memoria di posizione che consentono di mantenere le regolazioni del sedile anche dopo averlo reclinato per far entrare o uscire i passeggeri posteriori. Identica anche la dotazione per il comfort e la sicurezza, quest'ultima comprende i 6 airbag e l'ESP di ultima generazione che include anche ABS, EBD e ASR. La buona notizia è che il prezzo dovrebbe essere inferiore alla 5 porte rendendo la i20 ancora più appetibile.

Nuova Hyundai i20 tre porte

Foto di: Nicola Desiderio