A Ginevra con due nuovi motori e telaio sportivo

La Casa svedese aggiorna la sua ammiraglia e, al Salone di Ginevra, la S80 restyling si presenterà rivista nell'estetica e con importanti migliorie meccaniche, come l'inedito 5 cilindri a gasolio e il nuovo telaio più sportivo.

PICCOLI ED ELEGANTI RITOCCHI

L'aspetto della S80, sempre rassicurante e filante, non è stato stravolto, ma solamente rivisto in alcuni particolari. Nella parte frontale spicca la nuova griglia in cui il logo della Casa Svedese appare decisamente più grande e fa bella mostra di sè un'elegante cromatura che raccorda i fendinebbia. La fiancata si arricchisce di una linea sottoporta cromata, mentre nella parte posteriore campeggia la scritta Volvo a grandi caratteri.

INTERNI DA AMMIRAGLIA

L'interno della nuova S80 presenta un posto guida caratterizzato da un nuovo volante a 4 razze, una plancia centrale molto sottile, impreziosita da una cornice metallica satinata, e dei sedili in pelle che hanno lo stesso motivo decorativo dei pannelli delle portiere. Piccole migliorie che enfatizzano la sobria eleganza di questo modello scandinavo.

MOTORI: IL REGNO DEI 5 CILINDRI

La novità più importante della S80 si trova sotto il cofano e riguarda il nuovo 5 cilindri diesel D5 con doppio turbocompressore. Si tratta di un propulsore capace di erogare 205 CV e 420 Nm di coppia che verrà proposto anche in una versione meno potente da 175 CV con la medesima coppia motrice. I consumi di entrambe le unità si annunciano contenuti così come le emissioni di CO2. Infatti, per percorrere 100 km la nuova ammiraglia spinta dal D5 da 205 CV necessita di 6,2 litri di gasolio (5,8 litri nella versione da 175 CV) ed emette 164 g di CO2 per Km.

IL TELAIO SI SDOPPIA

La Volvo per la sua nuova ammiraglia offre due tipologie di telaio. Oltre allo chassis standard, rivisto per incrementare la capacità di assorbimento delle asperità stradali, ne propone uno più rigido e reattivo dedicato alla clientela più dinamica. Questo presenta molle più corte e rigide, ammortizzatori dotati di una superiore forza di smorzamento, sia in compressione che in estensione, e delle barre antirollio più rigide. Ma non è tutto: le S80 dotate del telaio più sportivo presentano (di serie) un corpo vettura ribassato di 20 mm nella parte frontale e di 15 in quella posteriore e il sistema autolivellante che mantiene l'auto parallela alla superficie stradale in ogni condizione dinamica.

Volvo V70 e S80: CO2 inferiore a 120 g/km